Consulenza per l'applicazione del d.lgs. 196/03 (privacy)

Consulenza alle imprese per l’applicazione del Lgs 196/03 sulla privacy, relativo al trattamento dei dati personali, sensibili e giudiziari.

Il D.Lgs 196/03, entrato in vigore il primo gennaio 2004, introduce alcune importanti novità in merito al trattamento di:
- dati personali: informazioni relative a persone fisiche, persone giuridiche, enti o associazioni, come ad es. nome, cognome, indirizzo, ragione sociale, telefono, C.F., partita IVA, fotografie, profili creditizi, ecc.
- dati sensibili: informazioni che possono essere causa di discriminazioni, come ad es. dati sulla fede religiosa, militanza politica, stato di salute, ecc.
- dati giudiziari: informazioni che rivelano la condizione giuridica, presente, passata o in fase di definizione delle persone fisiche.

La stesura del Documento Programmatico sulla Sicurezza (DPS) costituisce un fondamentale adempimento previsto dal D. Lgs 196/03 in materia di protezione dei dati personali.

Il DPS deve essere redatto da parte del Titolare del trattamento dei dati e successivamente aggiornato annualmente (Art. 19, Allegato B - Disciplinare tecnico in materia di misure minime di sicurezza, D.Lgs. 196/03), al fine di garantire sempre l'adeguatezza delle misure di sicurezza adottate alla tipologia di dati trattata.

Il Titolare del trattamento deve riferire dell'avvenuta redazione o dell'avvenuto aggiornamento del DPS nei termini previsti, facendone riferimento nella nota integrativa al Bilancio d'Esercizio (ove dovuto) ed attestandone la conformità con quanto stabilito dal D.Lgs 196/03.

Il D.Lgs. 196/03 si applica a tutte le imprese pubbliche o private che devono gestire, archiviare, utilizzare, consultare o diffondere dati personali, sensibili e giudiziari.